Venfri
19 Set 2017 
  Il Network: Udine :: Pordenone
 

Login | Logout

INFO: +39 0432 520304 | GestioneInternet  
PUBBLICITA'

MENU PRINCIPALE

Meteo FVG
Previsioni FVG

Previsioni Meteo Regionali.

LOGIN

 Nickname

 Password





OnLine

Ci sono 50 visitatori e
0 utenti on-line




Piancavallo Revival 2010.

Piancavallo Revival - 8^ edizione - 24 e 25 luglio. Piancavallo Revival torna sullo Zoncolan. Piancavallo Revival è, senza ombra di dubbio, uno delle gare più importanti nel campo della Regolarità storica, da non confondere con altre manifestazioni più o meno improvvisate, grazie soprattutto alle importanti tradizioni di cui è depositario il club Ruote del Passato, da 27 anni in prima linea al fianco degli appassionati di veicoli storici. Lo scorso anno i momenti più significativi furono i passaggi al guado del Moscjart a Paluzza e il transito in notturna sulla Strada Napoleonica attorno al monte San Simeone.

Le immagini di questi tratti spettacolari ed impegnativi sono finite sulla stampa specializzata di tutta Europa. A luglio sarà ancora un'ennesima occasione per gli equipaggi provenienti da tutta la penisola per godersi angoli ancora poco conosciuti di questo nostro Friuli Venezia Giulia e, per gli appassionati locali, per poter ammirare in azione le più belle vetture sportive del dopoguerra e per far avvicinare al collezionismo dei veicoli storici anche i giovanissimi.

Nell' itinerario verranno riproposte strade che gli appassionati considerano veri e propri monumenti dell' automobilismo storico. Il passaggio da Piancavallo è in programma per sabato mattina: nella località montana si disputeranno alcune prove di abilità. Dopo la spettacolare discesa verso Barcis le vetture affronteranno la Pala Barzana per transitare poi da Poffabro e Navarons prima di inerpicarsi sui tornanti del Passo Rest e raggiungere la Carnia. Novità assoluta dell'edizione 2010 saranno le prove di abilità sulla Pista di Guida Sicura di Tolmezzo che si disputeranno prima della sosta pranzo. Nel pomeriggio una ronde sulle strade rese famose dalla tappa del Giro d'Italia con i passaggi da Ovaro e sullo Zoncolan prima di raggiungere Sezza, Cazzaso e Fusea prima di scendere a valle. Dopo una seconda puntata sulla Pista di Tolmezzo la comitiva prenderà la via della pianura transitando dal Lago di Cavazzo e dai colli friulani fino a raggiungere Tavagnacco per il pernottamento presso l'hotel Holiday Inn. Dopo la cena e prima del meritato riposo, gli equipaggi affronteranno anche una breve ma intensa tappa in notturna, con alcune prove di abilità.

La domenica sarà dedicata al rientro nel Pordenonese, con un interessante itinerario tra le colline friulane. Gran finale in Piazza XX settembre a Pordenone, dove l'evento si concluderà, per consentire agli appassionati di assistere alla passerella finale delle protagoniste della manifestazione. A seguire il pranzo finale e le premiazioni nella consueta cornice dell' Agriturismo Fossa Mala di Fiume Veneto. I partecipanti potranno apprezzare la scelta dell'itinerario, anche quest'anno in gran parte inedito, con passaggi in località incantevoli e fuori dagli itinerari percorribili in auto.

Per i regolaristi un tracciato tecnico ed impegnativo, con passaggi facili, medi e difficili; con tempi normali alternati ad altri più veloci: il tutto per impegnare gli equipaggi. In tutto sono stati percorsi oltre 340 chilometri disegnati per rivedere i tracciati delle
grandi manifestazioni rallystiche degli anni '80 e '90, riproponendo molte delle "speciali" che videro protagonisti i grandi dell' epoca.

Ben 48 le prove di abilità, di lunghezza e tipologia diversa e volutamente alternata, dislocate in zone di grande interesse turistico culturale.

Ci saranno anche due classifiche particolari : una legata al nome di Roberto Zanus Fortes ( prove del Piancavallo ) ed una a
quello di Paul Bottos ( prove dello Zoncolan ) due amici di Ruote del Passato recentemente scomparsi.

Il momento clou dell'edizione 2010 sarà certamente il passaggio sulla mitica erta dello Zoncolan, che i ciclisti chiamano il "Kaiser". Lo Zoncolan: su questa salita anche l'auto suda. È forse la sintesi migliore per descrivere la strada che scala lo Zoncolan, dal versante ovest. Gilberto Simoni ha detto che il tratto più difficile del Tour de France, non vale quanto il più facile della serpe che da Ovaro sale lassù. Dieci chilometri che portano da 530 a 1730 metri sul livello del mare. Ovvero: 11,9 per cento di pendenza media. Traduzione: in macchina si fa in prima, qualche tratto in seconda, in terza, mai.

Nel 2001 ci fu il primo sopralluogo di Carmine Castellano, il direttore del Giro, che diede suppergiù dell'eretico a chi gli aveva sottoposto quella che definì poco più che una mulattiera. In realtà guai se non ci fossero stati i muli, più di mezzo secolo fa: furono cinquanta abruzzesi e una manciata locali, a portare in groppa i sacchi di cemento per la costruzione della strada. Fu completata in un anno e sei mesi, nel 1940, grazie ai quadrupedi e a 400 operai della Società Anonima Comense, che si avvalse anche di mano d'opera del posto. La tappa del Giro d'Italia ha proiettato in diretta, sotto gli occhi di cinque milioni di telespettatori, il verde delle valli carniche, il grigio delle pietre e il calore del legno delle case. Questa è una salita dove si capisce come la strada non sia un semplice nastro d'asfalto, ma un ago che cuce assieme storia, leggenda e cronaca. Da non perdere !

A riprova dell' alto livello organizzativo è stata confermata la notizia dell' inserimento della classica pordenonese nel calendario nazionale come prova valida per il Super Trofeo A.S.I. 2010, assieme ad altri otto eventi di uguale caratura.

Prova valida per il Super Trofeo A.S.I. 2010 e per il Trofeo A.S.I. Jinuor 2010 - Premio "Manovella d' Oro" ASI 2003 , 2006 e 200/ - Premio Speciale ASI 2004 e 2005.

Organizzazione : Ruote del Passato - Pordenone

 
Link correlati

Vota l'articolo
Questo articolo non è stato votato

1 stella
2 stella
3 stella
4 stella
5 stella

Piancavallo Revival 2010. | Login/crea un profilo | 0 Commenti
  
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.


 
 



Accessibilità |  Copyright |  FAQ |  Privacy |  Pubblicità |  Segnalaci Hotels a Udine

Sito aggiornato ad intervalli NON regolari, senza alcuna periodicità e con notizie occasionali pertanto non rientrante nella
categoria dell'informazione periodica stabilita dalla L. 7/3/01, n. 62. Si declina ogni e qualsiasi responsabilità conseguente
all'utilizzo diretto e indiretto delle informazioni e notizie pubblicate.
(C)


Powered by Gestione Internet