Calendario Mostre Udine

Museo Etnografico del Friuli - Palazzo Giacomelli
Via Grazano 1
dal 3 novembre al 28 febbraio 2019
Una città dentro la guerra. Udine 1914 - 1918

Nel centenario della fine della Grande Guerra il Museo Etnografico del Friuli propone una rassegna espositiva sulla storia di Udine e degli udinesi nel Primo conflitto mondiale privilegiando gli aspetti della vita quotidiana di una città - “Capitale della Guerra” - invasa dalle strutture militari del Regio Esercito, poi occupata, in maniera ben più pesante, dalle armate austro-tedesche in conseguenza di Caporetto, fino alla cruenta liberazione finale.
Orario di apertura: da martedì a domenica 10.30-17.00.

Galleria Tina Modotti
Via Paolo Sarpi
dal 4 novembre al 3 dicembre
Cacciatori di Santa Caterina - Le origini dell'aviazione di caccia italiana

In occasione del centenario della Grande Guerra, i comuni di Udine e Pasian di Prato in collaborazione con l’Aeronautica Militare e l'Associazione "Gli Aeronautici del Malignani", raccontano attraverso una mostra fotografica, la nascita della aviazione da caccia nell'oramai dimenticato campo di Santa Caterina .
Protagoniste sono le Squadriglie da caccia che difesero la città di Udine dalle incursioni aeree austriache e combatterono nei cieli del Friuli Venezia Giulia.
Orari :
da martedì a venerdi 15.30 -18.30
Sabato e domenica 10.00 -13.00/15.30 -18.30
Ingresso gratuito.

Museo d'arte Moderna e Contemporanea Casa Cavazzini
Via Cavour 14
dal 10 novembre al 3 febbraio 2019
Armando Pizzinato 1910-2004. La grafica

Armando Pizzinato (Maniago 1910 – Venezia 2004) è un artista che ha prodotto numerose opere grafiche, fin dagli esordi all’Accademia di Belle Arti di Venezia, utilizzando tutte le tecniche conosciute.
Come spesso accade, i suoi primi lavori sono improntati ad una sorta di solenne classicità che viene presto abbandonata per abbracciare l’Astrattismo diventando uno dei primi artisti italiani a rinunciare alla figura, se non per inserirla in un’avvolgente struttura compositiva di carattere neo-cubista.
Il Neorealismo busserà alla sua porta negli anni ’50 spinto, se non altro, da motivazioni socio-politiche dovute al periodo storico.
La grande e rinnovata libertà espressiva di Armando Pizzinato ha il suo culmine nel connubio tra figurazione e astrazione vent’anni più tardi, con opere di grande innovazione.
Orari di apertura: dal 10 novembre 2018 al 3 febbraio 2019 dal martedì alla domenica 10.30-17.00.